Samsung QLED Series Q7F UHD 65 pollici piatto, l'abbiamo testato

Dettaglio albero Samsung-QLED-Q7F-65

Samsung QLED Series Q7F UHD 65 pollici piatto, l'abbiamo testato 1È il flat TV più atomico di Samsung nel 2017. Questo modello da 65 pollici appartiene alla serie 7 dell'azienda coreana Samsung ed è in grado di offrire la più alta risoluzione sul mercato. Il cosiddetto 4K o SUHD. Ma questo Samsung QLED Series Q7F 65 offre molto più di una buona definizione. Parliamo di una TV all'avanguardia che si distingue dalla concorrenza, soprattutto, per tre aspetti: qualità dell'immagine , semplicità d'uso e connessione a prova di proiettile .

Questo modello da 65 pollici non è l'unica serie 7 sul mercato. Samsung ha fino a quattro dimensioni dello schermo . Il più piccolo è il 49 pollici (2.000 euro), poi arriva il 55 pollici (2.500 euro). Il più grande è di 75 pollici (5.500 euro). Il televisore che abbiamo provato della famiglia Q7 è il modello flat (F per Flat) con diagonale dello schermo da 65 pollici (163 cm) e costa 3.300 euro.

Prima di passare in rassegna i punti cardine di questa TV di lusso, è opportuno dare uno sguardo al mercato televisivo del nostro Paese. L'anno scorso, gli spagnoli hanno acquistato circa 3,2 milioni di televisori secondo la società di consulenza GfK. Il marchio meglio posizionato è Samsung con il 40% del mercato, un'azienda che punta chiaramente sulla tecnologia QLED (Quantum Dot Light Emitting Diode). Sopra il suo immediato seguace LG Electronics (32%), che è il primo promotore del mercato dei pannelli OLED (Organic Light-Emitting Diode). QLED e OLED sono due tecnologie molto avanzate e di alta qualità che oggi competono per mostrare le migliori immagini televisive.

Tornando al modello QLED che ci interessa, c'è da dire che stiamo parlando di una TV molto smart. Ha intelligenza per offrire applicazioni, giochi e si connette a qualsiasi computer. Fa tutto automaticamente. Infatti rileva il dispositivo connesso e ci permette di gestirlo tramite il telecomando del televisore. A proposito. Il controllo sorprende per la sua semplicità. Viene fornito con i tasti giusti , ma è una meraviglia tecnologica. Ad esempio, possiamo parlare con te e chiederti di portarci su qualsiasi canale live o di mostrarci le immagini di qualsiasi apparecchiatura collegata alla TV.

E cosa possiamo dire della qualità dell'immagine. La nostra prima esperienza è stata soddisfacente. La qualità del suo pannello QLED e la quantità di colori offerti dal Quantum Dots è vertiginosa. Il salto rispetto ad altri televisori si percepisce al primo sguardo. Questo televisore ci offre immagini molto luminose, con un'enorme qualità di dettaglio e con una rappresentazione dei colori che ci avvicina molto al mondo reale . Ma è solo l'inizio. L'abbiamo testato a fondo e questo è ciò che abbiamo trovato.

Progettazione e montaggio

Nessuno vuole una TV con una cornice grande ed è così che Samsung la comprende. Quest'anno hanno presentato il loro schermo "infinito" sul cellulare Samsung Galaxy S8 e sul Galaxy S8 Plus. Ora scommettono su schermi senza cornice, anche sui loro televisori. Ed è che questo modello ha a malapena un bordo metallico e argento minimo. Misura poco più di un millimetro. Una cornice praticamente invisibile che incornicia l'immagine del pannello dei tuoi nuovi televisori. È così sottile che, in lontananza, non puoi nemmeno vederlo. Lo schermo praticamente finisce dove si incontra il contorno della TV. E questa sensazione è davvero positiva. L'immagine stessa del televisore segna il suo design frontalmente.

Il resto delle tue misure sono 1444,1 x 826,4 x 45,0 mm . Sì, 45 millimetri di spessore. Qualcosa che, come dicevamo, ci permette di appendere la TV praticamente come un quadro. Piatto e appena sporgente dal muro. E, inoltre, è molto leggero. Questo televisore da 65 pollici non pesa nemmeno 25 kg. Senza un supporto, il televisore pesa 24,3 kg. Con base, 28,2 kg e 37,6 kg con la scatola inclusa.

design qled samsung

Tieni presente che gli ingegneri Samsung hanno ottenuto questa sottigliezza e leggerezza nella TV rimuovendo tutte le connessioni a una scatola esterna. Stiamo parlando del box  One Connect , un modulo di 36,2 x 11,5 x 3 centimetri che raccoglie le porte HDMI ed Ethernet, l'uscita audio ottica, la ricezione dell'antenna e le porte USB. Un sistema molto pratico che ci permette di nascondere la scatola con i suoi collegamenti e cavi in ​​un vassoio nascosto sul tavolo TV. Un semplice cavo in fibra bianca, quasi invisibile, collega questo box esterno al televisore. Quindi, praticamente non si vede. Questo punto è comodo anche se pensiamo di appendere la TV al muro.

Nel nostro caso, abbiamo deciso di montare il televisore direttamente sulla base fornita con la confezione. Questa staffa è composta da un'elegante  "V" metallica con finitura cromata arrotondata . Indipendentemente dall'arredamento del soggiorno, il televisore si adatta all'ambiente evidenziando solo il suo schermo. A proposito, il supporto è forte e stabile. È vero che abbiamo avuto dei problemi durante il montaggio. E, come con i mobili Ikea, devi seguire i passaggi di un manuale relativamente semplice. In definitiva, con un po 'di tempo e abilità, chiunque può installare il proprio televisore Samsung QLED Q7F. Ah! Ho dimenticato. Devi anche avere un cacciavite Phillips.

samsung qled q7F

A parte questo, il processo di assemblaggio è semplice e, grazie alla scatola One Connect, tutte le connessioni sono unificate nello stesso dispositivo .

Samsung QLED Q7F

schermo65 pollici (163 centimetri)
Risoluzione4K (3.840 í - 2.160 pixel)
TecnologiaQLED (Quantum Dot)
Tecnologia di imagingQContrast, QHDR, QColor, Qi Angle of View, Micro Dimming, Auto Motion Plus, Contrast Enhancer, Peak Illuminator Pro
AudioDolby Digital Plus. 4.2 canali con woofer. 40 watt. Compatibile con Multiroom Link
SmarTVSamsung SmartTV
Caratteristichecontrollo vocale, ricerca sottotitoli, personalizzazione, app, rilevamento automatico del dispositivo, registrazione USB
Sistema operativoTizen
ConvergenzaMirroring (dalla TV al cellulare e viceversa), DLNA, lettore video 360, WiFi Direct, Bluetooth LE
ConnettivitàDVB-T2CS2 x 2, HbbTV 1.5, CI +, HDMIx4, USBx3, ingresso LAN, EX-Link, antenna, Anynet +, WiFi
DesignInfinity 360º, senza telaio, base a V in acciaio, piatto
Q7F65 Dimensioni / PesoTV: 444,1 x 826,4 x 45,0 mm / 24,3 kg (senza supporto)

Scatola One Connect: 36,2 x 11,5 x 3 centimetri

io mandoDesign semplice, pochi pulsanti, con microfono
Data di rilascioA disposizione
Dimensioni disponibili nella serie Q7F49 (2.000 euro), 55 (2.500 euro), 65 (3.300 euro) e 75 (5.500 euro) pollici.
Prezzo Q7F 653.300 euro

Qualità dell'immagine: display QLED

Ma andiamo con uno dei punti chiave di questa televisione: il suo schermo. La prima cosa che salta all'occhio è la luminosità e il colore. Ed è che, a qualsiasi livello di luminosità, questo schermo Samsung ci presenta colori molto reali e naturali . E questo non viene detto solo da noi. Secondo l'associazione tedesca di certificazione e omologazione VDE (Verband Deutscher Elektrotechniker), i televisori Samsung QLED sono in grado di riprodurre praticamente il 100% del volume del colore (spazio colore DCI-P3 utilizzato nel cinema digitale). Questa associazione con sede a Francoforte è una delle più rilevanti nel mercato in queste materie. E questo è presente nelle serie Q7, Q8 e Q9 di Samsung quest'anno. Ma la cosa migliore è che il rivestimento metallico di queste particelle sul pannello consente loro di raggiungerepicchi tra 1.500 e 2.000 nit di luminosità . Tutto ciò tenendo conto che non è tecnologia OLED, cioè non è organica, quindi lo schermo non perde qualità o luminosità nel tempo.

Come per le precedenti famiglie di TV Samsung, la tecnologia Quantum Dot consente l'attivazione dei singoli punti, offrendo un maggiore controllo del contrasto e del colore. Per capirlo, la tecnologia su cui è montato questo pannello permette di vedere molte più sfumature di colori nelle immagini. Ed è che QLED copre l'intero spettro, sia nelle aree più luminose che nelle parti più scure dell'immagine. È un pannello con brillantezza e luminosità, ma anche con neri profondi e definiti. Ciò rende le immagini più chiare, più nitide e, in definitiva, con una qualità superiore . Non importa se la scena è molto scura o molto chiara.

Colori e curve Samsung-QLED-Q7F-65

Senza dimenticare che la TV è compatibile con la funzione HDR1500. Una tecnologia che migliora i dettagli dell'immagine, specialmente nelle aree molto chiare o molto scure. Un altro punto interessante è che offre una risoluzione dello schermo di 3.840 í - 2.160 punti. Devi solo guardare un po 'a dettagli come macchie sulla pelle di un attore, peli di animali o persino squame di pesce. Tutto è completamente definito e dettagliato alla  massima risoluzione.  Ovvero, la  definizione 4K o UHD (Ultra High Definition) che moltiplica per quattro la risoluzione dello schermo dell'ormai classica alta definizione (Full HD).

immagine di qualità superiore

Samsung chiama tutti questi concetti Q Contrast, Q Color o Q angolo di visione . Ma tutto si riduce alla massima qualità dell'immagine. Tra i migliori che si possono vedere sui televisori attuali. Con una tecnologia che offre anche un ampio angolo di visione senza perdere colore, luminosità o definizione.

Tutte queste tecnologie rendono spettacolare la sensazione che ci trasmettono le immagini televisive. Quasi stordito quando ci si mette davanti a questo televisore per vedere immagini con risoluzione 4K, ricche di luminosità, dettagli e con una rappresentazione dei colori molto ampia. Colori, dinamismo, chiarezza, definizione dei contorni, contrasto ”¦ Con problemi che risaltano in questo Samsung QLED piatto della Serie 7.

A proposito, questo televisore da 65 pollici, a causa delle sue dimensioni, è più che sufficiente per un soggiorno medio. Con un paio di metri di distanza tra la TV e il divano, viene mantenuta la sensazione di trovarsi davanti a uno schermo cinematografico.

L'intelligenza ha fatto la televisione

Ma i ragazzi di Samsung non hanno solo costruito una nuova famiglia di televisori eleganti e di qualità. Oltre al suo eccellente pannello ea tutta la tecnologia di imaging, la serie Q7F si distingue per la sua intelligenza . Al punto, ad esempio, che è in grado di riconoscere le apparecchiature che gli colleghiamo. O anche la TV capisce quello che gli diciamo attraverso il microfono del telecomando.

Da un lato c'è il riconoscimento automatico di tutto ciò che è collegato alla scatola One Connect del televisore. Possono già essere un disco rigido, una console per videogiochi, uno stereo o un lettore di dischi Blu-Ray. Normalmente, qualsiasi apparecchiatura a cui ci colleghiamo lo riconosce. Ciò significa che l'invenzione apparirà ben denominata nel menu intelligente della TV. E, se è raro, vecchio o entrambi e non lo riconosci, possiamo sempre aiutarti, nominandolo noi stessi nel menu corrispondente. Quindi, dal telecomando, possiamo entrare nella sorgente per riprodurne il contenuto. Una comodità per chi come noi ha la TV affiancata da poche apparecchiature audiovisive.

l'intelligenza ha fatto la televisione

D'altra parte, c'è il modo in cui vengono gestiti tutti questi contenuti e fonti. I televisori della serie Q7F di Samsung sono dotati di un processore Q Engine che alimenta ulteriormente i processi rispetto alla famiglia dell'anno scorso. Un chip quad-core che gestisce tutte le funzioni smart della TV: lancio di applicazioni, giochi e servizi di streaming; saltare tra le fonti e il contenuto; e, naturalmente, analizza tutto questo contenuto per sfruttare al meglio il pannello. Non dimenticare che la tecnologia inclusa in questi televisori è in grado di adattarsi a ogni situazione per mostrare il massimo contrasto, la migliore saturazione e per poter vedere il contenuto in grande dettaglio.

A proposito, Samsung continua a scommettere sul proprio sistema operativo, Tizen , per controllare il pieno potenziale e le capacità di questi televisori. Alcune delle sue virtù è il completamento automatico al momento della scrittura. Qualcosa che accelera la funzione mostrando diverse possibili lettere successive per formare una parola. Molto più veloce che spostarsi sulla tastiera con il cursore.

impostazioni TV

Facile da usare: un controller per controllarli tutti

Il telecomando dei nuovi televisori Samsung merita una sezione tutta per sé. E non perché ha un design  accattivante ed elegante . Chi ce l'ha. Mantiene infatti lo stile e la consistenza del telaio TV e della sua base. Il fatto è che il telecomando si distingue perché è uno strumento semplice, capace e potente. Nonostante sia piccolo e semplice, ci permette di controllare assolutamente tutto. E non sto parlando solo della televisione, ma del resto dei dispositivi collegati. Sì, avere diversi controlli in giro per il soggiorno è finito con questa TV Samsung.

Ed è così, il telecomando diventa universale senza la necessità di configurare assolutamente nulla. Una volta collegato un disco rigido, ad esempio, tutto ciò che devi fare è utilizzare il telecomando della TV Samsung per saltare alla sua fonte, spostarti tra le sue cartelle e riprodurne i contenuti. Ma è esattamente lo stesso con gli stereo, con la console o con un lettore video. Non dobbiamo cercare i loro controlli . Da qui i pulsanti nel cerchio del telecomando ci permettono di muoverci comodamente tra cartelle, menu e sezioni. Semplice.

telecomando samsung qled q7f

Come con i precedenti modelli di TV Samsung, l'azienda ha incorporato un microfono nel telecomando . In questo modo, è molto più comodo e veloce ordinare alcune azioni alla televisione. Ad esempio, devi solo premere il pulsante del microfono e il comando "Visualizza disco rigido" per passare immediatamente a quel contenuto. Oppure "Apri YouTube" per avviare l'applicazione video, anche se stiamo guardando la televisione, ad esempio. Consente inoltre di inserire testo durante la ricerca di video su YouTube, la scrittura di un tweet o qualsiasi altra questione che implichi l'inserimento di testo.

Samsung QLED Q7F

Per quanto riguarda il suo design, oltre a sposare il resto degli elementi della televisione, dobbiamo parlare delle sue chiavi. Ha un design molto semplice. Ci sono solo pochi pulsanti per gestire tutte le funzioni del televisore e dei suoi dispositivi collegati. Qualcosa che Samsung ha cambiato dopo diverse generazioni di controlli pieni di pulsanti. Quello che ci è piaciuto sono stati i pulsanti di cambio del volume e del canale. Queste sono due leve allungate che non vengono premute, ma sono inclinate. Un tocco diverso e con più sensazioni meccaniche che offrono solo una sensazione di qualità e dettaglio ad un comando già elegante.

pulsanti a leva

Funzioni multimediali

Samsung-QLED-Q7F-65 foresta di colori

Oltre a riprodurre quasi tutto, indipendentemente dalla fonte e senza utilizzare più di un telecomando, i televisori Samsung QLED Q7F hanno un buon numero di ulteriori interessanti funzionalità. Ed è colpa di Tizen. Il sistema operativo che gestisce il cervello quad-core che guida tutto su questi televisori. Grazie a questo, puoi ottenere molto di più dalla televisione con domande come la ricerca dei sottotitoli, ad esempio.

Tra le sue funzioni aggiuntive, Instant On spicca , o ciò che è lo stesso, un tempo di accensione davvero breve. Niente melodie o schermate di presentazione. È necessario solo un secondo per iniziare a guardare la TV dopo aver premuto il pulsante di accensione sul telecomando.

inizio

Come ogni televisione che si rispetti, non possono mancare la guida elettronica ai programmi o EPG, così come i programmi che si occupano della pulizia dell'immagine affinché tutto sia visto correttamente: Digital Clean View e Ultra Clean View . Insieme a questo ci sono modalità schermo per goderti film o videogiochi con diverse finiture visive. O anche l'opzione PIP (picture in picture) con cui guardare due canali o sorgenti di contenuto contemporaneamente.

Ma è l'opzione per aggiungere i sottotitoli, la ricerca automatica dei canali e altre opzioni come la registrazione di contenuti su una USB che completano questo televisore. Elementi che consentono di estendere l'esperienza visiva oltre il campo classico e che sono una buona aggiunta per gli utenti più esperti.

Smart TV

Connessione totale: One Connect, dove tutto si connette

Ma tutto, tutto. Samsung ha fatto una mossa intelligente con questo di estrarre le porte e la connettività dal corpo della TV. Sì, devi posizionare un altro dispositivo grande quasi quanto un lettore DVD da qualche parte nelle vicinanze, ma elimina il groviglio di cavi e altri problemi come la lunghezza del cavo. Inoltre, questa scatola One Connect è abbastanza compatta e viene fornita piena di input . Qualsiasi esigenza che l'utente deve coprire è contemplata attraverso questo riquadro.

Il modulo dispone di  quattro ingressi video ad alta definizione (HDMI). Troviamo anche fino a tre porte USB. E non poteva mancare un ingresso LAN (Ethernet)  per collegare la TV via cavo, direttamente alla rete Internet domestica. Ma c'è di più. Possiamo migliorare l'audio grazie all'uscita Digital Audio (ottica). In genere, i televisori sottili di solito hanno altoparlanti accettabili per riprodurre i toni alti e medi. Invece, le basse frequenze sono fuori dalla gamma di riproduzione. In effetti, è sempre consigliabile migliorare il suono della tua TV collegandola a un buon amplificatore da teatro o una soundbar decente. Questo è il motivo per cui questo televisore Samsung ha un'uscita ottica.

uno si connette

Per evitare di dover accedere al televisore quando si inseriscono le schede decoder, sul lato destro di One Connect troviamo lo slot CI. C'è anche un ingresso per antenna RF, ovviamente. E una porta Ex-Link.

Ovviamente, non tutto funziona via cavo in questa famiglia Samsung Q7F. C'è anche Wi-Fi integrato  e Bluetooth a basso consumo.

Se ci concentriamo sull'aspetto dell'accordatore scopriamo che è duplice. Questa famiglia di televisori dispone di due DVB-T2CS2. Grazie a ciò possiamo registrare fino a due canali diversi contemporaneamente con una singola chiavetta USB. E la cosa migliore è che possiamo anche guardare un altro canale mentre. Sì. Questo per guardare un altro canale mentre, possiamo farlo, purché il canale che stiamo guardando sia inviato dallo stesso transponder di uno dei due che stiamo registrando. Per capirlo meglio. Mentre stiamo registrando un canale del gruppo A3Media e un altro del gruppo Telecinco, possiamo vedere qualsiasi canale che appartiene a quei gruppi.

Samsung One Connect

Con tutta questa connettività e tecnologia, oggi è in grado di riprodurre praticamente qualsiasi canale standard. Dai contenuti a pagamento crittografati ai canali HbbTV 1.5. Tutto questo senza dimenticare che è compatibile con problemi come Anynet +, HDMI Quick Switch, WiFi Direct o anche la visualizzazione di contenuti a 360 gradi. Spiccano anche le sue opzioni di Mirroring, ovvero portare il contenuto del cellulare sullo schermo TV utilizzando DLNA, o viceversa, per visualizzare il contenuto del televisore sul cellulare.

Il suo processore è abbastanza potente da gestire qualsiasi contenuto in streaming. Ecco perché è possibile installare applicazioni come YouTube o Netflix. Ma non solo quello. Puoi anche giocare ai videogiochi direttamente su questo grande schermo nel soggiorno. Senza spostarlo dalla stanza in cui si trova. La piattaforma Steam ha una propria applicazione per riprodurre in streaming i giochi dal computer allo schermo TV tramite la connessione Internet.

cavi

Personalizzazione dell'interfaccia

Non appena avviamo questa TV Samsung, ci imbattiamo in una schermata iniziale piena di contenuti. Qui vengono mostrati gli ultimi canali televisivi che abbiamo visto, potendo continuare l'emissione. Tuttavia, ciò che è interessante è il menu di avvio nella parte inferiore dello schermo.

Samsung ha scelto di progettare una scheda o un'interfaccia dell'applicazione abbastanza efficiente per ordinare i contenuti preferiti dell'utente. Pertanto, in icone riconoscibili, è possibile navigare su YouTube, Netflix o una qualsiasi delle sorgenti collegate dagli ingressi HDMI del box One Connect . L'unico inconveniente è che questo menu si comporta come un carosello e, se ci sono molte voci, perdiamo tempo per arrivare a quella che ci interessa.

immagine samsung qled q7f

Il positivo è che questa interfaccia è personalizzabile . L'utente sceglie la posizione di ciascuna icona o scheda nell'ordine del carosello. È anche possibile rimuovere fonti di contenuto e servizi inutilizzati. Basta premere verso il basso e selezionare sposta o elimina per riposizionare l'elemento. E pronto. Quindi, vediamo tutto normalmente, possiamo posizionarlo in modo che sia sempre a portata di mano.

In questo stesso menu, ma sul lato sinistro della barra in basso ci sono le impostazioni. Una sezione speciale in cui possiamo ritoccare qualsiasi problema come la configurazione del canale, saltare tra tutte le sorgenti collegate, cercare canali e contenuti o passare attraverso la schermata dell'applicazione Samsung SmartTV. Uno spazio che è sempre in vista quando si preme il tasto Home o si avvia sul telecomando, ma in cui bisogna saltare da un menu all'altro uno per uno.

Sì. Con questo nuovo telecomando intelligente possiamo sempre utilizzare la scorciatoia del microfono e il riconoscimento vocale. Come abbiamo detto, il telecomando non viene utilizzato solo premendo i tasti, possiamo anche dettare i comandi con la voce. Questo modo di muoverci nell'interfaccia è più agile fintanto che conosciamo i comandi vocali oi menu a cui vogliamo accedere. La notizia buona è che, dopo aver premuto il pulsante del microfono una volta e selezionando il tasto sulla destra, Samsung ricorda tutte le possibilità e le opzioni per la voce. L'unico problema che abbiamo riscontrato al riguardo è che alcune app non funzionano con il riconoscimento vocale (ad esempio Netflix) e, quando cerchiamo una pagina su Internet, in alcuni casi sembra che non capiscano bene lo spagnolo. Qualcosa che rende un po 'difficile la ricerca di video su YouTube, ad esempio.

Suono pulito e nitido

Un'immagine come quella offerta da questo Samsung QLED Q7F dovrebbe offrire un suono di buon livello. In questo caso, scopriamo che i ragazzi di Samsung hanno incorporato un sistema audio a 4.2 canali nella TV . Un sistema che genera virtualmente la sensazione del suono surround. Ha una potenza di 40 watt e offre un suono pulito e chiaro senza distorsioni. Hanno anche aggiunto un piccolo  woofer per migliorare i bassi nei film o quando ascoltiamo musica. La qualità del suono su questo televisore Samsung è certificata Dolby Digital Plus e utilizza il codec DTS. In altre parole, standard di qualità tipici del cinema.

suono pieno

La realtà è che, su questo televisore, la riproduzione è molto buona per le frequenze medie e alte. Ovviamente, gli amanti del buon suono vogliono sempre qualcosa di più. E la cosa migliorerebbe aggiungendo una squadra che rinforza i bassi. Quando si parla di televisori sottili è sempre consigliabile rinforzare i bassi Ed è impossibile riprodurre correttamente le frequenze più basse quando non c'è mai abbastanza spazio per il movimento del subwoofer. Quindi, in tutti i casi, quando acquistiamo un televisore sottile, è consigliabile collegare una soundbar o un amplificatore audiovisivo completo per ottenere un suono cinematografico autentico.

Altoparlanti

Per contribuire a generare una vera esperienza sonora e un effetto surround di qualità superiore, possiamo collegare qualsiasi tipo di amplificatore audiovisivo e altoparlanti. Per facilitare la compatibilità, questo televisore supporta Multiroom Link. Un sistema audio multi-room wireless di Samsung. Attraverso questo sistema compatibile, possiamo aggiungere nuovi altoparlanti wireless Samsung per completare la dotazione audio. E offre anche la sincronizzazione Bluetooth per connettere altri dispositivi come sorgente audio in modalità wireless.

Macchie colorate Samsung-QLED-Q7F-65

Conclusioni

È chiaro per noi che Samsung ha gettato i resti con la sua ultima gamma di TV Premium. Ed è qualcosa che abbiamo apprezzato dal momento in cui l'abbiamo tolto dalla scatola. Il suo design è elegante, minimalista e davvero compatto . Tanto da appenderlo al muro come se fosse un quadro. È abbastanza elegante ed elegante da adattarsi a qualsiasi stanza. Sia con base che senza. Inoltre, il suo sistema televisivo e la scatola di connessione aiutano a nascondere i cavi e lasciare uno spazio più pulito.

conclusioni

Ma è ora di accendere lo schermo quando capiamo perché la tecnologia QLED è così importante. I Quantum Dots fanno il loro lavoro e non deludono . L'immagine visualizzata su questo televisore è molto realistica. Tutte le informazioni che produce, con più toni nelle parti chiare e scure dell'immagine, con un miglior contrasto e con tutti i dettagli, ci fanno godere fin dal primo momento. L'effetto "wow" passa, come è logico, ma la nostra esperienza e il nostro divertimento non finiscono. Vedere ogni dettaglio dell'immagine in contenuti 4K è un vero piacere su questo televisore. La definizione e la nitidezza di ogni scena rendono l'immagine più vivida.

Per completare l'esperienza visiva, Samsung ha sviluppato un'intera raccolta di strumenti e funzioni. Accompagnamenti che potrebbero passare inosservati da alcuni utenti, ma che completano l'esperienza audiovisiva per chi approfondisce un po 'oltre il semplice cambio di canale. Dal saltare istantaneamente all'apparecchiatura audio collegata e controllarla con lo stesso telecomando del televisore, alla ricerca della tua serie preferita semplicemente dettandola al microfono del telecomando , tra molte altre cose.

prezzo

Tutto questo accompagnato da una sezione di connettività da abbinare. Sì, separato dalla TV dal tema del design, ma davvero utile e completo. Non c'è niente che non possa essere collegato a questo dispositivo. Ovviamente tutta questa tecnologia, possibilità e finiture ha un prezzo. Nel caso di questo televisore da 65 pollici che abbiamo potuto testare, il suo prezzo sale a 3.300 euro. Esistono anche altre versioni:

49 pollici per 2.000 euro

55 pollici per 2.500 euro

65 pollici per 3.300 euro

75 pollici per 5.500 euro

Categoria: tv