Guida passo passo per la redazione del conto economico 2016

Guida passo passo per la redazione del conto economico 2016

Il 5 aprile inizia la campagna per la Dichiarazione dei redditi corrispondente all'anno fiscale 2016 con mezzi digitali. Se si vuole depositare la dichiarazione su carta, la data è posticipata fino all'11 maggio. Come ogni anno, faremo una revisione su come eseguire questa procedura. In questo anno specifico, il programma PADRE scompare, quindi alcune cose cambieranno.

Innanzitutto, quello che dobbiamo controllare è se siamo obbligati o meno a fare la Dichiarazione dei redditi , per sapere se ne vale la pena.

Chi è obbligato a fare la dichiarazione dei redditi?

Per quest'anno, il reddito minimo obbligatorio è di 22.000 euro all'anno. In altre parole, qualsiasi contribuente che genera tale importo o meno, se proviene da un unico pagatore, sarebbe esente dal deposito. Se il tuo reddito è superiore a 22.000 euro all'anno, sarebbe necessario fare la dichiarazione dei redditi .

Più di un pagatore

Allora cosa succede se c'è più di un pagatore? Se la somma della seconda e delle successive non supera i 1.500 euro, il minimo rimarrà 22.000 euro. In caso di superamento di quei 1.500 euro il limite scende a 12.000 euro. Cioè, con pagamenti superiori a 1.500 euro da più di un pagatore, è obbligatorio fare la Dichiarazione dei redditi da 12.000 euro all'anno .

reddito 2016 web

Il menu web dell'Agenzia delle Entrate, con le sue diverse opzioni.

Pensioni e altri benefici

Se il reddito proviene da prestazioni passive come assicurazioni, pensioni o assicurazioni per l'assistenza a lungo termine, il limite è comunque di 22.000 euro all'anno. Tutti coloro i cui benefici eccedono quei 22.000 euro, devono obbligatoriamente presentare la Dichiarazione dei redditi .

Eredità

Riferendoci ora alla rendita del patrimonio, non sarà necessario fare la dichiarazione se il vostro reddito immobiliare è inferiore a 1.600 euro annui . Non appena si superano 1.600 è obbligatorio dichiarare.

ID

Il programma PADRE scompare. Che succede ora? Lavoreremo con Renta Web. Cosa significa questo? Che non dovremmo più scaricare alcun programma sul nostro computer per calcolare il nostro reddito. Tutto viene fatto ora tramite il portale dell'Agenzia delle Entrate.

La prima cosa che dobbiamo fare è entrare nel sito web dell'Agenzia delle Entrate. Lì cercheremo il box Reddito 2016 e dovremo identificarci. Per fare ciò, possiamo utilizzare il DNI elettronico, un codice PIN o un riferimento .

DNI elettronico

Se abbiamo registrato il certificato elettronico del nostro DNI, possiamo usarlo per identificarci nel modo più veloce . Puoi richiedere il tuo certificato DNIe in questa pagina.

chiave del perno di reddito

In alcuni casi, possiamo ottenere il codice PIN con un codice di verifica sicura.

Codice PIN

Il Cl @ ve è un sistema unico per identificarti sulle pagine ufficiali del governo. Inserendo la casella del codice PIN e fornendo il nostro numero DNI , possiamo ottenere un numero PIN temporaneo per eseguire le azioni. Se vogliamo ottenere un PIN permanente, possiamo farlo sulla pagina www.clave.gob.es. Se non è la prima volta che facciamo il Conto Economico, ci invieranno una lettera a casa con un Secure Verification Code (CSV), che ci permetterà di registrarci direttamente nel sistema Cl @ ve.

Numero di riferimento

Questo riferimento sarebbe l'importo che appare nella casella 490 della dichiarazione dell'anno scorso . Entrando con esso, accederemo direttamente al menu di avvio. Se non ce l'hai, potresti chiederlo, ma dovresti usare il PIN o il certificato elettronico per farlo. Nel caso in cui tu abbia già quei dati, meglio usarli per identificarti direttamente.

reddito web 2016

Menu RentaWeb per il Conto Economico 2016.

Gomma per cancellare

Sarà allora quando accederai al server RentaWeb. Lì puoi accedere alla bozza, consultarla e modificarla se lo ritieni necessario. Ciò accadrà sicuramente quando i redditi da attività economiche o affitti saranno combinati. Se è la prima volta che entri e non hai una bozza, puoi chiederla .

In ogni caso, si consiglia vivamente di rivedere tutti i dati, e in caso di trovare dati che devono essere modificati, modificarli nell'opzione "Servizio di elaborazione bozze / dichiarazioni". Anche così, se hai dubbi, puoi consultare  l'Ufficio Taxpayer Service (dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 21:00), 901200345 (anche per telefono 91535 68 13) . È inoltre possibile fissare un appuntamento presso gli stessi uffici dall'11 maggio.

dati sul reddito 2016

È importante rivedere sempre i dettagli della bozza prima di inviarla.

Presentazione

Quando consideriamo che tutti i dati siano corretti, dobbiamo solo andare su  "Elaborazione bozza / dichiarazione" e selezionare l'opzione per inviare la dichiarazione . Oltre a ciò, dovresti recarti in banca solo con il foglio relativo al deposito o reso, oltre al numero di riferimento. Non sono necessari altri documenti.

A seconda della banca, è possibile effettuare quest'ultima operazione anche tramite bancomat o Internet banking . Come risorsa extra, può essere presentato anche presso un ufficio dell'Agenzia delle Entrate, ma in quel caso ricorda che l'ultimo giorno per richiedere un appuntamento è il 29 giugno.

Scadenze

Il termine per lo svolgimento dell'intero processo scade il 30 giugno, senza proroghe . Ciò include anche coloro che vogliono rettificare alcuni aspetti della dichiarazione. Una novità è che ora non è più necessario presentare un documento fisico per effettuare questa gestione, lo si può fare tramite Renta Web.

Se la dichiarazione ci arriva e dobbiamo effettuare un addebito diretto, il termine per presentare una bozza e una dichiarazione scade il 25 giugno , non il 30.

Con tutte queste informazioni, dovresti essere pronto ad affrontare la sfida di ogni anno : il conto economico.